Note su 3×12 “Per Via Aerea”

par_avionEpisodio incentrato su Claire, che scopriamo avere “qualcuno” in comune con Jack, come avevamo già intuito da “Two for the Road”, che invia un messaggio di speranza, mentre finalmente i losties si avvicinano ad “othersville”, nonostante Locke abbia comportamenti molto discutibili.

Mentre scopriamo il passato di Claire, e vediamo un altro tentativo di Desmond di salvare la vita di Charlie, la parte più interessante dell’episodio è sicuramente quella che segue la spedizione di salvataggio di Jack: Kate, Sayid e Locke, con la Rousseau e il prigioniero, arrivano al recinto di difesa, proprio mentre Bakunin stava dando qualche indicazione in più sugli others.

Bakunin afferma di essere stato reclutato a 24 anni, e di essere arrivato con un sottomarino. La possibilità di lasciare l’isola, o di tornarci, è stata resa impossibile quando è stata girata la chiave failsafe: la speranza di Claire è vana, visto che l’isola non è rintracciabile? Inoltre, gli others hanno un capo, un “magnificient man”, e sanno tutto sui losties, nomi e cognomi, paure e debolezze, e anche che Locke era paralizzato.

Ma è davanti al recinto di sicurezza che Locke stupisce tutti, mandando a morire Bakunin come cavia, e tenendo nascosto dell’esplosivo C4 nello zaino: quindi sapeva che c’era l’esplosivo nella stazione fiamma, perchè mentire e negarlo? Superata la barriera, i nostri arrivano ad othersville, dove spalancano gli occhi per un bellissimo finale ci lascia intravedere Jack che gioca a football con gli others!

Tra le cose da notare in questo episodio, la mappa di Sayid, una datazione per gli eventi (80 giorni sull’isola, secondo Claire, e due settimane dall’evento elettromagnetico, secondo Bakunin) e un nuovo libro da aggiungere alla biblioteca di Lost, “The Fountainhead” di Ayn Rand, che Sawyer legge sulla spiaggia.

29 risposte a Note su 3×12 “Per Via Aerea”

  1. Gabriele scrive:

    Scusatemi, forse mi sono perso qualche passaggio fondamentale.

    Ma come hanno fatto ad arrivare ad “othersville” ? Non si trovava mica su un’isola distaccata dalla loro raggiungibile solo con la barca?

  2. wildgamer scrive:

    Pensavo anche io (per logica), invece è sulla loro stessa isola.. La questione è come han fatto a non finire mai per sbaglio nella fattoria o a vedere il recinto..

  3. Gabriele scrive:

    forse ho capito…settimana scorsa, nel finale della puntata n° 9 “Straniero in terra straniera” Jack prende la barca e con altri si allontana dall’isola dove c’è questo “zoo” (distaccata da quella principale) e torna probabilmente sull’isola appunto principale, e più precisamente nella zona chiamata appunto “othersville”. Probabilmente qui hanno tutte le necessità primarie per sopravvivere ….

    Una domanda: nel finale di questa puntata, quando Jack si allontana con la barca, in lontananza sullo sfondo si vede una grande nave… Me la sono sognata io perchè avevo anch’io le visioni ? è stata l’isola che ha preso anche me? oppure….???

  4. wildgamer scrive:

    Sì, c’è un lievissimo salto apposta per rendere più soprendente il finale del 3×12.. E sì, si vede una barca in lontananza ( http://www.losttalk.net/gallery/picture-48594.html ), ma in realtà è solo il peschereccio che usano dopo a fine puntata per ritornare all’isola principale (in pratica usano il barchino, facendo peraltro più viaggi, per raggiungere la barca più grande)..

  5. f.tarta scrive:

    Locke era diventato un’idolo…adesso non ne azzecca più una…ma che sta complottando?!?! Intanto il meglio di tutti è diventato Sawyer…troppo simpatico!! W LOST

  6. Gabriele scrive:

    quindi l’isola dove c’è questo fantomatico “Zoo” a cosa gli serve in realtà?

    E sopratutto chissà cosa stanno costruendo, visto che rompono roccia in continuazione…

  7. Gabriele scrive:

    Un’altra domanda: perchè “gli altri” hanno scelto Jack, Sawyer e Kate per portarli sull’isolotto con lo “Zoo” e i laboratori? Jack si è capito il motivo, ma gli altri 2 a cosa servivano? Forse per manovrarli/usarli per convincere Jack nell’effettuare l’operazione?

  8. wildgamer scrive:

    Credo a nulla di specifico, gli Altri sembrano non possedere le strutture della Dharma ma semplicemente sfruttarle in quanto in disuso (probabilmente lì c’era la sala operatoria più attrezzata e anche più protetta da qualsivoglia sopresa).. All’attuale pare che il lavoro alla cava sia stato solo un trucco (per quanto elaborato) per tenere Kate e Sawyer occupati e soprattutto affiatati..

  9. wildgamer scrive:

    Gli Altri conoscono bene il “triangolo amoroso” Jack-Kate-Sawyer (probabilmente per via delle telecamere e chissà di cos’altro), quindi Kate e Saywer sono molto probabilmente il piano B per convincere Jack (nel caso non avesse semplicemente accettato le avance di Juliet, piano A).

  10. rosetta scrive:

    Ma la direzione seguita da Locke, indicata dal bastone di Eco, non è la stessa rotta che gli altri hanno dato a Michael e Walt per tornare a casa? nord 301?

  11. wildgamer scrive:

    Credo non ci siano legami. Era la “rotta 3 2 5”, mentre sul bastone c’è scritto “John, 3 05” (e si intende peraltro il Vangelo di Giovanni)..

  12. rosetta scrive:

    Ops.., avevo fatto un pò di confusione mischiando le due cose…pardon!

  13. EDN scrive:

    Però “La fonte meravigliosa” è frutto di una filosofia di vita molto simile a quella di Sawyer…

  14. Gabriele scrive:

    Scusate, ma Michael e Walt che fine hanno fatto ? Arriveranno a casa? o torneranno per forza di cose all’isola?

  15. wildgamer scrive:

    Bella domanda.. Non si sa ancora, ma è abbastanza improbabile gli Altri li abbiano lasciati andare via davvero. Oltretutto, in questi episodi, gli stessi Altri accennano spesso all’impossibilità di andare e venire dopo l’incidente elettromagnetico.

  16. Greg scrive:

    Il migliore dei 3 episodi…

    Alla faccia che recinzione… così il bendato impara a dire le bugie la prossima volta (che non ci sarà) …

  17. Gabriele scrive:

    scusate…(faccio un salto a ritroso, ma finalmente ho qualcuno con cui scambiare impressioni e dubbi) ma vi ricordate la donna che ha regalato la barca a Desmond (che ha conosciuto in un bar mi sembra) ? Io dico che è la stessa che sull’isola si era invaghita di Hugo, che poi è morta.

    Siete d’accordo?

  18. Gabriele scrive:

    scusate ma è bello avere risposte da voi appassionati come me…

    1) Cosa dovrebbe significare il “piede con 4 dita”, resto di una statua gigantesca, vista nell’ultima puntata della seconda stagione?

    2) Che significato dovrebbe avere la stazione di monitoraggio nei ghiacci istituita dalla moglie di Desmond per titrovarlo?

    3) Come fanno “gli altri” a sapere tutto di tutti ? visto che sono precipitati per caso, dato che Desmond ha attivato l’elettromagnetismo, comunque anche volendo informarsi hanno avuto quanti giorni per informarsi? circa 30/40 ? Mi sembra un pò ridicolo…Sbaglio?

  19. wildgamer scrive:

    Per quanto riguarda la domanda precedente.. è esatto, si tratta della stessa donna, ossia Libby. Nei flashback la vediamo che regala a Desmond la barca del defunto marito Dave. Dave è morto in un incidente che potrebbe essere lo stesso di cui si cruccia Hurley (una struttura crollata perchè non fatta per reggere così tanto, con relativi morti – ma per adesso è solo un racconto indiretto, presumo poi ce la faranno vedere) e che lo fa decidere per il ricovero nella clinica (nella quale, guarda caso, ha un amico di nome Dave, che poi si rivela per l’appunto immaginario). Sappiamo che Libby è ricoverata in quella stessa clinica (la vediamo inquadrata per qualche attimo), che è il motivo per cui sull’isola Hurley le dice di averla già vista da qualche parte (non riesce a riconoscerla del tutto perchè ha cambiato colore di capelli). Lei pure dice di non sapere chi lui sia, ma, viste le cose suddette, è probabile menta (il che apre un lungo filone di ulteriori domande). Sempre sull’isola hanno quell’accenno di storia d’amore, ma poi lei muore uccisa da Michael (che pare avesse ordine di uccidere Ana Lucia, mentre Libby si sarebbe trovata semplicemente nel posto sbagliato al momento sbagliato).

  20. wildgamer scrive:

    Difficile rispondere alle altre domande per il momento, credo.. 1) Possono essere i resti di una antica civiltà abitante l’isola, come anche tutt’altro (tra l’altro è l’unica cosa “antica” vista finora, strano sia rimasto solo quella). 2) Lei è figlia di Charles Widmore (le cui industrie producono i vari test di gravidanza che si vedono nella serie, come anche il pallone areostatico di Henry Gale – rivelatosi poi Ben, il capo degli Altri) quindi stupisce relativamente che riesca a trovare un contatto con una stazione scientifica nell’Antartico (chissà cos’altro fanno le industrie del padre e comunque non è certo povera e senza mezzi). Stupisce più che altro il fatto che sappia cosa bisogna cercare (ossia un’isola con una fonte elettromagnetica molto particolare). Un’ulteriore domanda spontanea è che cosa questa scoperta gli permetterà di fare, se addirittura poterli salvare o no. 3) Apparentemente usano solo le telecamere e all’inizio infiltrano qualche informatore (i quali ormai per quanto ne sappiano sono tutti stati individuati e uccisi). E in effetti questa scarsezza di mezzi si dimostra in varie occasioni (ad es. sembrano sapere all’ultimo minuto della presenza di barche in movimento etc.). Ma è vero anche il perfetto contrario (individuano più volte con precisione dove sono i naufraghi che gli servono). Ne deduco che abbiano degli ulteriori mezzi informativi, in qualche modo variabili (verrebbe da pensare persone ad es.).

  21. Vincenzo scrive:

    Greg dice:
    “Alla faccia che recinzione… così il bendato impara a dire le bugie la prossima volta (che non ci sarà) …”

    Ehm…Devi sapere che a Lost niente è dato per scontanto. nulla.

    W LOSTTTTTT

  22. Massimo scrive:

    Cacchio raga’ ma che ne pensate di Juliet? E’ davvero sincera nei confronti di Jack o sta tramando qualcosa d’accordo con Ben? Secondo voi? A me mi sa tanto di falsa!!!!!! E’ solo un caso che sta’ Juliet vada a finire con i superstiti o viene mandata appunto da Ben? Ditemi pure cosa ne pensate…

  23. Gabriele scrive:

    scusatemi ma non resisto con le altre domande alle quali non riesco a darmi risoste:

    1) L’aereo con il quale è precipitato il fratello di Eko ? Anche quest’aereo è precipitato per un fenomeno di elettromagnetismo innescato da uno dei bunker?

    2) E questa grossa macchia nera multiforme ? che ogni tanto insegue nella giungla qualcuno e che ha ucciso per ultimo Eko ? Cos’é?

    3) E gli orsi polari? cosa ci fa in quell’isola?

    Chiedo perdono se pongo domande assurde ma sono troppo curioso …

  24. wildgamer scrive:

    Juliet all’attuale è insieme agli Altri nel villaggio. Se sia sincera o meno è uno dei tanti misteri da scoprire. C’è da dire che lei è sull’isola da “soli” 3 anni (almeno secondo quanto dice lei), quindi possiamo presumere che si senta più vicina ai superstiti che agli Altri (che invece pare siano lì da quasi due decenni almeno), che le sue conoscenze sull’isola e la Dharma siano limitate, e che quindi qualunque cosa faccia sia più dettata dalla voglia di fuggire che dalla combutta con gli Altri (peraltro lei stessa si mostra stufa di star lì e spesso contrariata dalla situazione). C’è da dire, al contrario, che i rapporti interpersonali tra gli Altri farebbero pensare a Juliet (stranamente, visto che è “nuova”) come la terza nella loro gerarchia (avrebbe quindi sufficiente potere per tentare di organizzare un ammutinamento o una fuga, volendo).

    Tranquillo, van bene le domande, tanto anch’io riorganizzo un pò le idee.. 1) Dovrebbe trattarsi solo di una fortuita coincidenza (peraltro non sarebbe neanche la prima). 2) Uno dei misteri principali da scoprire.. La Rousseau all’inizio lo definisce un sistema difensivo. Locke dice di averci avuto a che fare in modo consistente (ma nel suo caso viene inquadrato solo Locke o addirittura nessuno dei due), però poi si rifiuta di parlarne. Eko invece ci ha sicuramente avuto a che fare in modo consistente (lo vediamo più volte con il mostro di fumo davanti), ma anche lui non rivela granchè dell’accaduto; alla fine ne viene addirittura ucciso (il che dimostrebbe forse che il mostro è fisico). Per giunta in questa terza stagione c’è uno strano dialogo tra Locke e Eko, nel quale confrontano le loro visioni del mostro (secondo Locke luminoso, secondo Eko scuro): Eko finisce per dirgli che si tratta di due cose diverse (e ci viene da pensarlo anche a noi in effetti). In ogni caso il mostro di fumo non segue persone qualsiasi, ma certe molto specifiche (anche se non si capisce ancora bene il criterio e il motivo). Appare invece molto chiara la sua forma: guardando le scene al rallentatore si vede che il suo fumo è in realtà composto da scene di vita (i ricordi) della vittima attaccata. Dopo quanto successo a Eko, pare che il mostro valuti l’evoluzione della condotta morale di certi personaggi che tiene d’occhio ed esegua poi delle sentenze. 3) Gli orsi polari erano nelle gabbie della stazione Hydra (zoologia), come ci dice anche Tom. Si suppone siano scappati durante lo scontro tra i precedenti abitanti dell’isola e il personale del progetto Dharma (avvenimento cui accenna il Russo). Sorry per la lunghezza…

  25. nos scrive:

    Il russo senza un occhio ci sarà, ci sarà ancora eccome se ci sarà………. ahahhahaha

  26. Fortunate senex scrive:

    Tanto tempo fa, c’erano i racconti di fantascienza.Allora venivano letti, ora non più.
    C’era, per esempio, Il Pianeta Proibito; su quel pianeta c’era una civilta’ talmente evoluta che aveva creato come un Grande Fratello. ma successe che in questo G.F. confluissero tutte le paure, le ansie e gli orrori di tutta l’intera popolazione.
    Il mostro, piccolo o grande che ognuno ha dentro di sè, si ingigantì e si rafforzò così tanto che divenne un essere materiale che distrusse la civiltà di quel pianeta.
    Lo so, l’ho fatta troppo lunga; il perchè è che il FUMO NERO dell’isola e che la Rousseau definisce ” il guardiano ” ha moltissimi punti di contatto con quello del romanzo di cui sopra e poichè sembra sensibile all’indole idividuale, potrebbe avere delle basi psicodinamiche allo stato selvaggio, ma che è in grado di ” sentire ” l’essenza dell’individuo e porsi contro o a favore.
    Mah!!! Chi lo sà perchè mi sono lasciato andare così.
    Forse per dare una mano e per avere un aiuto a capire questa bella ma intricatissima trama di Lost.
    Bravi gli ideatori.

  27. C.20 scrive:

    Ciao, volevo rispondere a chi si chiedeva cosa fanno gli ALTRI nell’isola delle gabbie, il ragazzo di Alex ha detto a Kate ( puntata dedicata ai tatuaggi di Jack) che ci lavorano ( lavorano a dei progetti) e che vivono nella stessa isola dove vivono loro. Volevo anche dire che anche io condivido la teoria sul FUMO NERO, cioè che sia in grado di sentire l’essenza dell’individuo. Penso che Locke non l’abbia visto, lui dall’isola ha ricevuto un dono, infatti ora cammina; penso che lui nella vita sia stato sostanzialmente buono è per questo che lui non l’ha visto. Vi invito infine a riflettere sulle parole del russo poco prima di “morire”, purtroppo è stato interroto proprio quando diceva agli altri ( Kate e Sayid ) che loro “non sono nella lista perchè sono limitati…che la persona che li ha portati li è meravigliosa (e non parla di Ben) e a Locke che il ” di John Locke aveva un ricordo…che il J.L. che conosceva lui era un par….” cosa stava dicendo?. Ciao.

  28. Vincenzo scrive:

    dai però spoilerate

  29. P.G. scrive:

    Il 13 giugno presso Liberi di leggere a Marina di Massa presentazione de “La filosofia di Lost”. Sarà presente l’autore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: